10 ANNI DI DIGITALIZZAZIONE:
cosa buttiamo, cosa teniamo, cosa dobbiamo ancora fare
SCARICA SUBITO ONLINE LO SPECIALE!

> clicca sul titolo per scaricare le presentazioni!

Marco-Cuppini.jpg

BUON COMPLEANNO DIGITALIZZAZIONE

Marco Cuppini 
research and communication director - GS1 Italy


 

Alessandro-Rosina.jpg

NON SOLO MILLENNIAL: LE INDICAZIONI DELLA DEMOGRAFIA

Alessandro Rosina
professore ordinario di demografia e statistica sociale - Università Cattolica di Milano


 

Luca-Zanderighi.jpg

10 ANNI DI OSSERVATORIO NON FOODD

Luca Zanderighi
fondatore e partner - TradeLab


 

lucchi.jpg

GLI IMPATTI DEL DIGITALE SUL CONSUMATORE

Edmondo Lucchi
responsabile newmedia e internet - GfK


 

IERI, OGGI E DOMANI. TRE DOMANDE A:

  bernasconi.jpg

Pierluigi Bernasconi amministratore delegato - Mondadori Retail


 

  Antonio Bosio.jpg

Antonio Bosio product&solutions director - Samsung


 

 kaufman.jpg

Gregoire Kaufman commercial and marketing director - Carrefour


 

 portu.png

Stefano Portu ceo e co-founder - DoveConviene


 

  Luigi-Rubinelli.jpg

Modera: Luigi Rubinelli - direttore responsabile Retail Watch


 

#NonFood - Live twitting  

Scopri i protagonisti del live twitting dell'evento #NonFood 2017. Ci sei anche tu?

Di che cosa abbiamo parlato quest'anno?

Il fenomeno della digitalizzazione non è più un fenomeno: a dieci anni di distanza dalla nascita del primo iPhone il processo di digitalizzazione può considerarsi integrato a pieno titolo nella quotidianità di ognuno di noi. Dalla sfera relazionale alla comunicazione al processo di acquisto.

E come è cambiato il consumatore? L’equilibrio tra shopping e procurement alla luce di nuove aspettative, attitudini e capacità cambia e influenza il processo di acquisto. Chi sono oggi i consumatori e soprattutto chi saranno quelli di domani in considerazione anche dei cambiamenti demografici in atto in Italia.

Nella mattinata del 4 luglio ricercatori, esperti dei fenomeni sociali e operatori di mercato si sono alternati sul palco del Piccolo Teatro Grassi per rispondere alle tre domande “cosa buttiamo, cosa teniamo, cosa dobbiamo ancora fare”, raccontando cosa emerge dai loro studi e dalle esperienze aziendali per aiutarci ad avere una visione sempre più chiara e approfondita di come sia cambiato il mondo.